Cosa fare al lago di Como

Suites & atelier Lake Como nasce in uno dei borghi italiani più suggestivi d’Italia a pochi metri dalla riva di uno dei laghi più belli, amati e visitati al mondo.

Natura, Storia, cultura, divertimento, sport e avventura, visitare il Lago di Como significa conoscere a fondo un paradiso italiano dove non manca nulla.

Per un’esperienza completa e unica, consulta e scarica qui la lista completa di info e link utili sulle principali cose da fare al lago di Como.

COSA FARE AL LAGO DI COMO: VILLE E MUSEI

Villa d’Este (Cernobbio)

https://www.villadeste.com/

Villa d’Este, in origine Villa del Garovo, è una residenza patrizia rinascimentale situata sulle rive del Lago di Como nel comune di Cernobbio. Sia la villa che il parco di 25 acri che la circonda sono stati modificati sostanzialmente rispetto alla costruzione originariamente destinata come residenza estiva per il cardinale Tolomeo Gallio.

Al giorno d’oggi Villa d’Este rappresenta una delle principali mete turistiche del lago di Como con il suo magnifico giardino e la vista mozzafiato sul lago.

Scoprì di più su Villa d’Este scaricando la nostra guida

 

Villa Carlotta (Tremezzo)

https://www.villacarlotta.it

https://www.villacarlotta.it/it/museo/

La collezione di Villa Carlotta comprende opere d’ arte e arredi del XIX secolo. Vi sono sculture neoclassiche, quadri, cammei in gesso appartenenti alla collezione che Giovanni Battista Sommariva aveva allestito. Tra le statue vi sono i capolavori di celebri scultori neoclassici come canova realizzando sculture come “Il Palamede”, “La Musa Tersicore”, “Amore” e il gruppo di “Amore e Psiche”. Le sculture di Berthel Thorvaldsen, attivo a Roma, con il fregio marmoreo “Ingresso di Carlo Magno a Babilonia” nel salone centrale, eseguito in origine su commissione di Napoleone. Tra i quadri vi è “L’ ultimo bacio di Romeo e Giulietta” di Francesco Heyez, il capostipite della pittura romantica italiana. Sull’ arredamento vi sono dipinti provenienti dalla metà dell’800. Attorno alla villa sul lago rivolto al lago, il giardino all’ italiana con siepi e pergole tagliare con alberi di aranci e camelie.

Scoprì di più su Villa Carlotta scaricando la nostra guida

 

Villa Monastero (Varenna)

http://www.villamonastero.eu

Villa Monastero di Varenna, eclettica e costruita in stile nordico, in origine era un convento cistercense, fondato alla fine del XII secolo. Il convento divenne importante e ricco, acquistando proprietà attorno a Lierna prima del suo declino, divenendo chiuso poi da una bolla papale nel 1567. Paolo Mornico acquistò poi tutta la proprietà nel 1569. Nel XVII secolo la Mornico la decorò ricostruendola progressivamente con uno stile eclettico. Tra il 1897 ed il 1909 ebbe delle modifiche da Kees di Lipsia che l’acquistò nel 1890, divenendo la villa eclettica attuale.

 

Villa Olmo (Como)

http://www.villaolmocomo.it/

Villa Olmo, villa neoclassica, venne commissionata dal marchese Innocenzo Odescalchi nel 1797. Il progetto iniziale la disegnava come rifugio estivo dedicato all’ aristocrazia, lungo il Lago di Como. Il nome della villa deriva dalla pianta di olmo nel mezzo dei giardini decorati. Fu acquisito in seguito il complesso nel 1924 dal comune di Como che la rese uno spazio pubblico da visitare durante il giorno.

 

Villa Balbianello (Lenno)

https://www.fondoambiente.it/luoghi/villa-del-balbianello

Villa Balbianello, inizialmente nacque come monastero francescano nel 13° secolo. Del monastero attualmente rimangono le due torri, vecchi campanili della chiesa. Il cardinale Angelo Maria Durini, dopo il fallimentare tentativo dell’acquisizione dell’isola comacina, acquisto la proprietà nel 1785. Nel 1787 poi l’edificio venne convertito in una villa estiva con l’aggiunta di una loggia. A seguito della morte del cardinale nel 1796, la villa venne ereditata dal nipote Luigi Porro Labertenghi, nel periodo divenne poi con attività repubblicana dove si incontrarono membri della Carbonari per discutere in merito all’ unità d’ Italia.

Scoprì di più su Villa Balbianello scaricando la nostra guida

 

Villa Melzi d’ Eril (Bellagio)

http://www.giardinidivillamelzi.it

La villa è stata progettata dall’architetto svizzero Giocondo Albertolli. La facciata della villa, semplice e regolare, è arricchita da una scalinata a doppia rampa e da quattro leoni di stile egizio. Ai lati del terrazzo e del parterre a lago si ergono due statue in marmo del Cinquecento.

I giardini all’inglese, arricchiti da sculture, furono progettati dall’architetto Luigi Canonica e dall’agronomo Luigi Villoresi, entrambi responsabili della sistemazione del parco della Villa Reale di Monza.

Scoprì di più su Villa Melzi scaricando la nostra guida

 

Villa Serbelloni (Bellagio)

https://www.villaserbelloni.com

Gli Sfondrati nel XVI secolo ottennesro il possesso della proprietà, in periodo di continuo passaggio del potere politico in Lonbardia. Venne acquistato dal passaggio del potere nelle mani di Carlo V, il quale concesse il feudo della Riviera orientale del Lario a Francesco Sfondrati. Il quale acquistò la proprietà del patrimonio dei Bellagio dalle figlie Stanga, dove decise di riedificare sulle rovine della villa di Marchesino. La proprietà di Bellagio, nel 1788 venne poi lasciata ad Alessandro Serbelloni, ultimo degli eredi di Sfondrati. Appartenente ad una della più prestigiose famiglie lombarde. Alessandro nel 1802 si impegno attivamente costruendo quasi 13 km di sentieri ed una galleria sotto al castello, per godere della doppia prospettiva dei rami del lago. Il borgo ottenne così una fama di livello europeo ha seguito a che della visita dell’imperatore d’ Austria Francesco I, che fu colpito dalla magnificenza del luogo. Nel 1973 gran parte dei sentieri venne distrutta a seguito di una frana nel nord della proprietà che da allora è stata chiusa al pubblico per analisi geologiche sistematiche.

Scoprì di più su Villa Serbelloni scaricando la nostra guida

 

Villa Erba (Cernobbio)

http://www.villaerba.it/

Villa Erba, a Cernobbio, è una delle ville del XIX situata sulla riva del Lago di Como. Venne eretta da Luigi erba per ostentare la propria ricchezza. Dopo la sua morte, la villa fu ereditata dalla figlia Carla e utilizzata dai membri della famiglia. Un consorzio pubblico l’acquistò nel 1986 per trasformarla in un centro congressuale. Nel 2004 la villa è stata la location del film, “Ocean’s Twelve”. All’ inizio del 2005, Gwen Stefani, girò il suo video musicale per il suo singolo, “Cool”. Venne anche ospitata nello stesso periodo una parte del Live al Last Tour di Anastacia all’ interno del parco della villa.

 

Villa Bernasconi (Cernobbio)

https://www.villabernasconi.eu/

L’ industria del Cavalier Bernasconi venne fondata nel 1876, divenendo poi conosciuta come Tessiture Bernasconi. Inizialmente una piccola tessitura con 40 telai. I telai nel 1906 divennero poi 560, affiancati da alti stabilimenti. Una vasta area in centro al paese venne occupata dall’ ampliamento dello stabilimento di Cernobbio e l’insieme configurò una sorta di cittadella industriale. All’ interno della villa è ospitato il primo museo parlante permanente dedicato al Liberty e alla famiglia Bernasconi, inaugurato con un tripudio di eventi, curato dal novembre del 2017 dalla cooperativa Mondovisione SCS.

Scoprì di più su Villa Bernasconi scaricando la nostra guida

 

Santuario della Madonna del Ghisallo (Magreglio)

https://www.eccolecco.it

La madonna del Ghisallo è una collina a Megreglio, prende il suo nome da una presunta apparizione mariana. Il conte medievale Ghisallo viaggiando nella frazione di Magreglio venne attaccato da banditi, vide un’immagine della Vergine Maria in un santuario, le corse incontro e venne salvato dai ladri. L’ apparizione divenne poi nota come La Madonna del Ghisallo e divenne la protettrice dei viaggiatori locali. Successivamente la collina venne inserita all’ interno della gara ciclistica del Giro di Lombardia e spesso del Giro d’ Italia. La chiesa è eretta in cima ad una ripida collina delle rive del Lago di Como. Diventato ora un punto di sosta naturale per i ciclisti. Oggi, infatti, contiene un piccolo museo del ciclismo con foto e manufatti. Brucia anche una fiamma eterna per i ciclisti che hanno perso la vita.

 

Civico Museo Archeologico Paolo Giovio (Como)

http://www.visitcomo.eu/it/

Il museo archeologico Paolo Giovio, storicamente Palazzo Lucini, comprende varie sezioni come: la sezione del collezionismo, quella preistoria e protostorica, la sezione romana, quella medievale ed una ricca biblioteca.

 

 

Museo Didattico della Seta (Como)

https://www.museosetacomo.com/

Il museo della Seta è un’istituzione museale che spiega la produzione della seta dal baco ai filati colorati, dalla stampa a mano alle collezioni del fashion design. All’ interno del museo vi sono parti della tradizione comasca come macchine, oggetti, documenti, campionari e strumenti di lavoro provenienti dalle lavorazioni tessili che hanno caratterizzato l’età dell’oro di Como. La passione per l’arte serica ha origine antiche ed è tutto concentrato in uno spazio tecnico ed artistico accessibile al pubblico.

 

Museo degli strumenti per la Navigazione (Bellagio)

http://www.bellagiomuseo.com

Bellagio, viene impreziosita dal museo con elementi allestiti in un’antica abitazione, con più di 200 oggetti preziosi che nei secoli passati ci sono stato utilizzati e vissuti in mare per l’esplorazione.

 

Pinacoteca Civica di Como (Como)

http://www.visitcomo.eu/it/

Il palazzo venne eretto tra il 1610 ed il 1630 dal nunzio cattolico e vescovo di Novara, Ulpiano Volpi. La galleria d’arte attualmente ospita collezioni le cui opere principali pre-ottocentesce derivano da istituzioni ecclesiastiche represse. Vi sono sculture carolinge della chiesa di Sant. Abbondio, sculture e affreschi romanici e gotici. Contiene inoltre una mostra dei ritratti di uomini illustri di Paolo Giovio, oggetti del Duomo di Como, tra cui vetrate, sculture, arazzi e modelli in legno oltre che innumerevoli dipinti.

 

Museo Storico Giuseppe Garibaldi (Como)

http://www.visitcomo.eu/it/

Le collezioni ospitate all’ interno sono distribuite in quattro aree tematiche, corrispondenti ad altre sezioni specifiche come: Risorgimento, storia contemporanea, etnografia e quadreria. Vi sono anche conservati reperti pre-risorgimentali risalenti al periodo napoleonico. C’è una particolare attenzione alla battaglia di San. Fermo, il celebre scontro della seconda guerra d’ Indipendenza avvenuta nei pressi di Como dove l’Imperial Regio Esercito venne sconfitto da Giuseppe Garibaldi. All’ interno del museo vi sono ancora conservati racconti dei ventinove garibaldini autoctoni che parteciparono alla Spedizione dei Mille. La datazione delle collezioni arriva fino alla Seconda guerra mondiale.

 

Museo della Barca Lariana (Pianello)

http://www.museobarcalariana.it/

Lo spazio museale committente sale d’ esposizione in tre edifici, che accolgono un patrimonio unico di imbarcazioni, vele, motoscafi, barche tipiche lariane e materiale nautico d’ epoca. Il contenuto museale contiene un luogo a cavallo tra il passato ed il presente e perché no il futuro, raccontando il mondo della nautica, i suoi protagonisti, le sue imprese ed i marchi che ne hanno fatto la storia.

 

 

Museo Antiquarioum dell’isola Comacina (Ossuccio)

http://www.isola-comacina.it

Resti di un colonnato di epoca romana conservato al disotto della chiesa di San. Giovanni, racconti paleocristiani, lacerti musivi e affreschi parietali, ed anche numerosi resti di chiese romaniche come la basilica di S. Eufemia, le murature in pietra squadrata del complesso dei SS. Faustino e Giovita, affianco a reperti recuperati durante le campagne archeologiche esposti all’ interno del museo.

 

 

COSA FARE SUL LAGO DI COMO: RISTORANTI E APERITIVI

 

Locanda la Tirlindana (Sala Comacina)

http://www.latirlindana.it

 

Ristorante Crotto dei Platani (Brienno)

https://crottodeiplatani.it

 

Ristorante Vapore (Faggeto Lario)

https://www.ristorante-vapore.com/

 

Lago Food&Co (Como)

https://www.ristorantelago.com/

 

Sottovento lago di Como (Lierna)

https://sottoventolierna.it/

 

Ristorante Una Finestra Sul Lago (Carate Urio)

https://www.unafinestrasullago.it/

 

La Griglia (Argegno)

http://www.lagriglia.it

 

Ristorante La Baia di Moltrasio (Moltrasio)

https://www.labaiadimoltrasio.com/

 

Locanda dell’isola Comacina (Isola Comacina)

https://www.comacina.it/

 

Il Gatto Nero (Cernobbio)

https://www.ristorantegattonero.it

 

Ristorante Imperialino (Moltrasio)

https://www.imperialino.it/

 

Ristorante La Punta (Bellagio)

http://ristorantelapunta.it

 

I Tigli in Theoria (Como)

https://www.theoriagallery.it

 

Aperitifs

 

Pappafico (Como)

http://www.pappaficocomo.it/

 

Ristorante Bar Giuliani Como (Como)

http://www.bargiuliani.it/

 

Lido di Cernobbio (Cernobbio)

https://www.lidodicernobbio.com

 

Bar il Molo (Varenna)

http://www.barilmolo.it/

 

Panino Buono (Como)

http://www.paninobuono.it/

 

Lido di Argegno (Argegno)

https://lidodiargegno.com/

 

Vintage Jazz Food & Wine (Como)

http://www.vintagejazzcomo.com/

 

Lido di Ossuccio (Ossuccio)

https://lidodiossuccio.it/

 

Lago Food & Co (Como)

https://www.ristorantelago.com/

 

Lido di Menaggio (Menaggio)

http://lidomenaggio.eu

 

Panino Buono Vista Lago (Como)

http://www.paninobuonovistalago.it/

 

I Tigli in Theoria (Como)

https://www.theoriagallery.it

 

Lido di Lenno (Lenno)

https://lidodilenno.com/

 

Lido di Bellano (Bellano)

https://www.lidobellano.com/

 

Lido di Cadenabbia (Cadenabbia)

http://www.lido-di-cadenabbia.com/

 

Scopri più ristoranti e location per aperitivi sul lago di Como nella guida ufficiale

Lidi

 

Lido Villa Olmo (Como)

https://www.lidovillaolmo.it/

 

Lido di Cernobbio (Cernobbio)

https://www.lidodicernobbio.com

 

Lido di Faggeto (Faggeto Lario)

https://lidodifaggeto.com/

 

Lido di Lenno (Lenno)

https://lidodilenno.com/

 

Lido di Bellagio (Bellagio)

http://www.lidodibellagio.com/

 

Piscine

 

Lido Villa Olmo (Como)

https://www.lidovillaolmo.it/

 

Lido di Bellano (Bellano)

https://www.lidobellano.com/

 

Lido di Cadenabbia (Cadenabbia)

http://www.lido-di-cadenabbia.com/

 

Lido di Cernobbio (Cernobbio)

https://www.lidodicernobbio.com

 

Lido di Argegno (Argegno)

https://lidodiargegno.com/

 

Lido Menaggio (Menaggio)

http://lidomenaggio.eu

 

Grand Hotel Tremezzo (Tremezzo)

https://www.grandhoteltremezzo.com

 

Piscina Sinigaglia (Como)

http://www.csusrl.it/italian/Piscina_Sinigaglia.php

 

Piscina comunale (Chiasso)

https://www.chiasso.ch

 

Piscina California (Chiasso)

https://california-acquapark.ch

 

LAGO DI COMO NATURA E AVVENTURA

 

Attività sportive

 

Arrampiacata (Colico)

http://www.caicolico.it

 

Arrampicata (Menaggio)

Escursionismo

http://www.caimenaggio.it

 

Canoeing (Bellagio)

Sup

https://www.bellagiowatersports.com/

 

Sub (Como)

http://www.scuolasubcomo.com/corsi-sub

 

Parapendio (Gera Lario)

https://www.comolakeparagliding.com/

 

Parapendio (Suello)

http://www.cornizzolo.com/

 

Tennis (Como)

http://www.tennisdellevigne.com/

 

Tennis (Como)

http://www.tenniscomo.it/

 

Mountain bike (Bellagio)

https://www.comolagobike.com/

 

Mountain bike (Lecco)

https://www.lakecomo.bike/it/

 

Mountain bike (Cernobbio)

https://www.comobiketours.com/

 

Trekking (Bellano)

http://www.turismobellano.it

 

Trekking (Abbadia Lariana)

https://www.eccolecco.it

 

Trekking (Cernobbio)

http://www.hikr.org/tour/post74574.html

 

Trekking (Colonno)

https://greenwaylagodicomo.com/en/

 

Katamaran (Domaso)

Windsurf

Sup-StandUpPadding

https://www.wsc-domaso.com/

 

Windsurf (Gera Laio)

Kitesurf

Vela

Wakeboard

M.Bike

Canoa/Sup

http://www.tabosurf.com/it/

 

Kite surf (Colico)

Windsurf

Kayak

https://www.kts40.com/

Kite surf (Colico)

Windsurf

https://www.globekiter.net/

 

Cascate

Orrido di Bellano (Bellano)

Cascata Del Cenghen (Abbadia Lariana)

Orrido di Nesso (Nesso)

 

Scopri le città principale da visitare sul lago di Como qui

Info Point

http://www.visitcomo.eu

Orari Battelli

https://www.navigazionelaghi.it

Numeri di telefono utili

Numero unico per le emergenze 112

Polizia locale 031.265.555

Protezione civile 031.265.555

Polizia stradale 031.317.721.

Soccorso stradale ACI 803.116

Guardia medica 840.000.661

Croce Rossa 031.262.262

Croce Azzurra 031.300.699

 

it_ITItalian
en_GBEnglish it_ITItalian